Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.marcopolosystem.it/home/plugins/system/rokbox/rokbox.php on line 51
Patrimonio Fortificato - Scorci inconsueti dell'Adriatico. L'inaugurazione a Venezia, Palazzo Ferro Fini, 11 luglio 2017

Patrimonio Fortificato - Scorci inconsueti dell'Adriatico. L'inaugurazione a Venezia, Palazzo Ferro Fini, 11 luglio 2017

Patrimonio Fortificato Marco Polo SystemMartedì, 11 luglio 2017 alle ore 12.45 a Palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto, Salone degli Stemmi si è inaugurata la mostra fotografica PATRIMONIO FORTIFICATO Scorci inconsueti dell’Adriatico. L’iniziativa nasce come follow up del progetto CAMAA “Centro per le Architetture Militari dell’Alto Adriatico”, promossa dalla Marco Polo System geie e dalla Comunità degli Italiani “Santorio Santorio” di Capodistria. 

 

Approfonditi e appassionati gli interventi di Roberto CiambettiPresidente del Consiglio regionale del Veneto, Pietrangelo Pettenò, amministratore unico di Marco Polo System,  Mario Steffè, Presidente della Comunità di Italiani ‘Santorio Santorio’ di Capodistria, Alberto Scheriani, vicesindaco della comunità di Capodistria, di cui riportiamo un sunto*.

Il Presidente del Consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti ha portato i saluti istituzionali, sottolineando come “l’obiettivo della mostra sia quello di contribuire alla promozione del patrimonio fortificato dell’Alto Adriatico. Viene fatta sintesi delle strutture fortificate presenti nel nostro territorio, mostrando come si sia evoluta nei secoli l’attenzione e le strategie difensive, ma mettendo in luce anche tutte le enormi potenzialità turistiche insite nel nostro patrimonio storico – culturale, ricchezze che stiamo cercando di riproporre al pubblico grazie ai finanziamenti europei e regionali. Un patrimonio quindi da riscoprire, da conoscere, da valorizzare, da vivere, perché i luoghi in cui sono ubicate le strutture fortificate sono posti bellissimi anche dal punto di vista paesaggistico”. Per Pietrangelo Pettenò, amministratore unico della ‘Marco Polo System’, "il progetto di valorizzazione del patrimonio fortificato prosegue nella Regione del Veneto da molti anni. La mostra approda oggi a Venezia dopo essere stata a Lubiana e in molte altre città. E’ uno dei risultati del progetto CAAMA, Cooperazione internazionale Italia-Slovenia, che ha l’obiettivo di riscoprire il patrimonio storico –culturale veneto e creare occasioni di sviluppo economico per i nostri territori, valorizzando fortezze, castelli e borghi che da Ferrara, passando per il Veneto e il Friuli, si estendono fino alla Slovenia, beni culturali di inestimabile valore da tutelare e promuovere in modo adeguato”. Mario Steffè, Presidente della Comunità di Italiani ‘Santorio Santorio’ di Capodistria, spiega come “la mostra sia uno spaccato del ricco patrimonio fortificato presente nell’Alto Adriatico e abbraccia tutto il corso della storia, dai primordi, dai primi castellieri, fino alle fortificazioni della Prima Guerra Mondiale. C’è stata una adesione massiccia dei fotografi, con oltre 500 scatti pervenuti, di cui è stato difficile fare sintesi. Il risultato è stato una variegata espressione di quello che è un patrimonio storico – culturale da rivalutare e che continua ad attirare l’attenzione di un foltissimo pubblico, oltre che di appassionati e di studiosi della materia”. Maurizio Tremul, Presidente della giunta esecutiva dell’Unione italiana, “la mostra racconta di un comune patrimonio culturale che unisce le due sponde dell’Adriatico, un territorio che una volta veniva chiamato ‘Terra d’amar’, che la comunità italiana, oggi presente in Istria e Dalmazia, sta tutelando e valorizzando in nome di una comune matrice culturale e linguistica istro -veneta. Questa mostra sulle fortificazioni dimostra come i luoghi rappresentati oggi simboleggiano occasioni di incontro, di dialogo interculturale, di condivisione e di integrazione , nel segno della pace e dello sviluppo per i nostri territori”. Per Alberto Scheriani, vicesindaco della comunità di Capodistria, “la mostra ha unito i territori dell’Istria e del Veneto, di Capodistria e di Venezia, terre che anche in passato erano strettamente legate tra loro e che anche oggi possono costituire il volano per la promozione turistica e lo sviluppo economico di queste zone. Un tempo, le strutture fortificate costituivano barriere difensive nei confronti di civiltà e culture diverse, ma ora possono essere preziosi strumenti per unire le nostre realtà”.

Gallery

*Fonte: Ufficio Stampa Consiglio Regionale del Veneto.

Newsletter

Twitter

  • 23 Dicembre 2018 Forte Marghera, Pettenò lancia comitato per la salvaguardia https://t.co/yurhhjDICJ
  • 18 Dicembre 2018 Gradara nella Rete euro-mediterranea dei Forti https://t.co/MuHyEg263f via @PRESSTodaySrl
  • 15 Dicembre 2018 RT @AnnaLombroso: @veneziatoday @MarcoPoloSystem @comunevenezia https://t.co/TyTimaBueH
  • 15 Dicembre 2018 Marco Polo System e Forte Marghera: la politica non cancellerà 20 anni di storia #SalviamoMarcoPolo https://t.co/fc7oMUNEgR di @YouTube
  • 11 Dicembre 2018 RT @veneziatoday: Marco Polo System resiste allo sgombero: «Brugnaro dica perché è contro di noi» DETTAGLI --> https://t.co/6sWLfbYe6q http…

Follow me on twitter

Facebook


Strict Standards: Non-static method fblikebox::getinput() should not be called statically in /web/htdocs/www.marcopolosystem.it/home/modules/mod_fblikebox/mod_fblikebox.php on line 12

Go to top