Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.marcopolosystem.it/home/plugins/system/rokbox/rokbox.php on line 51
"Forte Marghera da parco culturale a riserva di abusivismo". Pettenò, dubbi sui bandi, domani i risultati | Press release 29.08.2017

"Forte Marghera da parco culturale a riserva di abusivismo". Pettenò, dubbi sui bandi, domani i risultati | Press release 29.08.2017

_comunicato stampa 29.08.2017 

Da parco culturale a riserva di abusivismo. Le opacità di Forte Marghera danneggiano tutti”. Domani i risultati dei bandi, i dubbi di Pettenò: “Confido in sorprese, ma non ci spero. La giunta faccia chiarezza”.

bandi Forte Marghera

 Non sembra certo un esempio di specchiata trasparenza la gestione dei bandi per l’assegnazione delle porzioni di immobile a Forte Marghera, almeno agli occhi di Pietrangelo Pettenò, amministratore unico di Marco Polo System, gruppo europeo di interesse economico responsabile del recupero e della riconsegna alla città del forte napoleonico, ora gestito dalla Fondazione Forte Marghera.

Continua la fiera degli abusi- esordisce Pettenò – in un luogo che nelle prospettive iniziali doveva diventare un polmone creativo per la cultura cittadina, mentre ora rischia di diventare luogo, oltre che di ambigua gestione, di pericolo per i cittadini e per il patrimonio. Sono beni vincolati, sui quali bisognerebbe adottare precise forme di tutela, soprattutto per metterne le strutture in condizione di non ledere alla salute di chi frequenta il Forte. Non vediamo evoluzioni in senso positivo su questo frangente, nonostante le ripetute segnalazioni da parte di Marco Polo System. Nel 2014, la giunta Orsoni ci ingiunse di non fare contratti con gli utilizzatori, in quanto sarebbe stato compito degli uffici comunali preposti. Tolta la regolarizzazione di Controvento con un contratto del 2015, null’altro è stato sistemato”.

 Pettenò insiste su come la mancata trasparenza sfoci in un immobilismo a sua volta nocivo per la vita cittadina: “Molti utilizzatori dei locali sono senza titolo e, quando la Fondazione Forte Marghera subentrò nella gestione del Forte, anziché collaborare con noi per avere la mappatura della situazione, avviò un percorso autonomo con i soggetti non titolati, escludendo così da ogni meccanismo partecipativo le innumerevoli realtà che avrebbero potuto, finalmente, popolare il forte di tante iniziative culturali”. Pettenò ha ben presente soggetti e luoghi – “Esempio ne sia l’associazione Pandora, che oltre all’immobile 31, ad oggi utilizza anche il 45 e 46. Guarda caso, il 31 è bandito come destinazione a uso commerciale, mentre 45 e 46 a utilizzo culturale. A che titolo sono stati assegnati dalla Fondazione questi immobili e con quale contratto? Non vorremmo che la scelta di dare poca visibilità ai bandi fosse dettata da logiche di  limitazione delle proposte di assegnazione, magari da realtà nuove o estranee all’abituale frequentazione del Forte. Poco lineare appare anche la suddivisione dell’immobile 32, proposto nel bando con la stessa parcellizzazione dell’attuale, improprio, utilizzo, che perdura da anni, dove di qui a pochi giorni si svolgerà un’importante, e molto pubblicizzata, rassegna artistico-musicale, l’Electrocamp dell’associazione LiveArtsCultures.

 Pettenò riscontra una evidente contraddizione anche nelle azioni della giunta: “Come può l’assessore Zuin dichiarare che si sta facendo il possibile per regolarizzare la situazione, quando in forte si tengono iniziative in spazi occupati senza titolo alcuno e in locali non a norma? Sindaco e assessore sanno e lasciano fare o sono all’oscuro di tutto?”. Domani 30 agosto si conosceranno i risultati dei bandi, accompagnati dall’auspicio di PettenòMi auguro di vedere smentiti i miei sospetti, e che non sia l’ennesimo spreco di un’occasione di rilancio e apertura a forze nuove per un bene prezioso e unico come Forte Marghera, in nome di mala gestione e opacità amministrativa”.

 

L'immobile 32

 2017.08.29 MPS FMbandi

Gli immobili 45 e 46

2017.08.29 MPS FMbandi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Press Office Marco Polo System

Alberto Cotrona

communication manager

+39 348 3294525

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Allegati:
Scarica questo file (Forte Marghera da parco culturale a riserva di abusivismo. I dubbi di Pettenò su)Da parco culturale a riserva di abusivismo. Pettenò su bandi[Da parco culturale a riserva di abusivismo. Pettenò su bandi]181 kB

Newsletter

Twitter

  • 23 Dicembre 2018 Forte Marghera, Pettenò lancia comitato per la salvaguardia https://t.co/yurhhjDICJ
  • 18 Dicembre 2018 Gradara nella Rete euro-mediterranea dei Forti https://t.co/MuHyEg263f via @PRESSTodaySrl
  • 15 Dicembre 2018 RT @AnnaLombroso: @veneziatoday @MarcoPoloSystem @comunevenezia https://t.co/TyTimaBueH
  • 15 Dicembre 2018 Marco Polo System e Forte Marghera: la politica non cancellerà 20 anni di storia #SalviamoMarcoPolo https://t.co/fc7oMUNEgR di @YouTube
  • 11 Dicembre 2018 RT @veneziatoday: Marco Polo System resiste allo sgombero: «Brugnaro dica perché è contro di noi» DETTAGLI --> https://t.co/6sWLfbYe6q http…

Follow me on twitter

Facebook


Strict Standards: Non-static method fblikebox::getinput() should not be called statically in /web/htdocs/www.marcopolosystem.it/home/modules/mod_fblikebox/mod_fblikebox.php on line 12

Go to top