Malvasia e olio dal mito al futuro. Incontro trilaterale all'insegna dello sviluppo euro-mediterraneo | Press release 16.02.18

Malvasia e olio dal mito al futuro

Venezia al centro delle nuove sinergie euro-mediterranee promosse da Marco Polo System

 Malvasie senza confini Kafantaris Pettenò Girardello

Che sapore ha il Mediterraneo? La sua fortuna è di averne molteplici, di sapori, probabilmente infiniti, come le rotte disegnate da Venezia nei secoli della Serenissima.

Si sono svolti a Venezia, giovedì 15 febbraio 2018, nell’antica Malvasia di Rialto, a due passi dal mercato del pesce, gli incontri di “Malvasie senza confini” e “Olivo, olio, civiltà”, le due nuove azioni pilota della rete internazionale European Silk Road, fondata e gestita da Marco Polo System. Alla presenza di Dimitris Kafantaris, vicepresidente di KEDE (Unione Centrale dei Comuni della Grecia), sindaco di Pylos-Nestoros, membro del CEMR-Council of European Municipalities and Regions, Bruno Girardello, restauratore e presidente della Fondazione Ars et Labor, e Pietrangelo Pettenò, fondatore e amministratore unico di Marco Polo System, capofila della rete e manager delle azioni pilota, con  il contributo dell’amministrazione del Comune diffuso di Monemvasià di Grecia, hanno preso il via i lavori. In questa prima fase, sono già stati coinvolti Coldiretti e la studiosa Michela Dal Borgo (Archivio di Stato di Venezia), così come il consorzio di produttori vitivinicoli greco Kasell. Lo scopo è di promuovere e tutelare elementi antichissimi della produttività euro-mediterranea, partendo da Venezia e agendo in rete con i Paesi che si affacciano sul bacino del Mediterraneo orientale

Malvasia, così come il vino in sé, e olio extravergine d’oliva rappresentano elementi fondamentali della civiltà mediterranea, tanto dal punto di vista letterario che economico-produttivo. “Malvasie senza confini” e “Olivo, olio, civiltà” approfittano della giovane ma particolarmente dinamica piattaforma di European Silk Road, nata su iniziativa di Marco Polo System lo scorso luglio, che comprende 18 partner internazionali, tra cui Assonautica Italiana, i Comuni greci di Corfù e Igoumenitsa, la Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo e la marchigiana Unione dei Comuni Pian del Bruscolo, di cui fa parte la città di Pesaro. Tre dei partner della rete sono protagonisti delle nuove pilot action: la città costiera fortificata di Monemvasià, nel sud della Grecia continentale,  che dà il nome al vitigno Malvasia, è entrata a far parte del network nell’agosto del 2017, così come l’estesa municipalità di Pylos-Nestoros, che ospita nei suoi confini luoghi dalla potente carica evocativa (il Palazzo di Nestore, di omerica memoria, e gli “Occhi della Serenissima”, cioè le fortezze di Koroni e Methoni, tra le più importanti del Mediterraneo, radicalmente legate a Venezia), ad oggi territorio votato al turismo e alla produzione olearia di qualità, mentre l’Istria partecipa alla rete con la Fondazione Ars et Labor, laboratorio di progettazione europea, rigenerazione urbana e tutela del territorio che opera dalla sede di Dignano (il cui Comune ha aderito a European Silk road a inizio febbraio), ricavata in un’antica confraternita ristrutturata dal presidente Girardello, responsabile del recupero della “Malvasia” (denominazione antica delle botteghe di vino di Venezia nei secoli della Serenissima) di Rialto.

Patrimonio tangibile e intangibile, sapienze millenarie e opportunità di crescita nel mercato contemporaneo: unendoli, Marco Polo System mette in atto in maniera efficace istanze di sviluppo – evidenzia Pietrangelo Pettenòsu scala euro-mediterranea, unendo settori economico-produttivi e universo culturale”.

Il vino Malvasia, il cui nome nasce nella città fortificata del Peloponneso, Monemvasià (Napoli di Malvasia per Venezia), trova la sua fortuna con la Repubblica di Venezia: grazie ai traffici continui e secolari scambi, nome e vitigno mutano e si adattano a tutto il bacino del Mediterraneo, diventando coltivazione familiare in tanti Paesi. L’olio è il prodotto dei primordi della civilizzazione mediterranea, insieme al vino, e sta vivendo negli ultimi anni forti spinte che puntano a valorizzarlo e tutelarne varietà e qualità. Insieme, sono fondamenta antiche della Dieta Mediterranea, patrimonio UNESCO. I prossimi passi delle iniziative presentate prevedono già in programma incontri con rappresentanti delle istituzioni e delle categorie produttive, così come con centri di ricerca e università, il prossimo marzo in Istria e a maggio in Grecia.

 

Press office Marco Polo System - Alberto Cotrona

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   0039 348 329425

 

 

 

 

Allegati:
Scarica questo file (Malvasia e olio dal mito al futuro - Primo incontro a Venezia - CS 16.02 Marco P)Malvasie e olio dal mito al futuro - CS Marco Polo System 15feb18[Malvasie e olio dal mito al futuro - CS Marco Polo System 15feb18]262 kB

Newsletter

Twitter

  • 20 Settembre 2018 Marco Polo System e Assonautica al Salone Nautico di Genova lungo la Via Europea della Seta | Press release 20.09.18 https://t.co/ePMM6DCDgs
  • 20 Settembre 2018 Al Salone Nautico di Genova lungo la Via Europea della Seta | Press release 20.09.18 https://t.co/R1w6LMfAYS
  • 04 Settembre 2018 Sulle onde della Serenissima, un ponte tra Treviso e Corfù https://t.co/rW2QLVeMbc #treviso #corfu #mariocontesindaco
  • 17 Agosto 2018 Nel Golfo di Venezia, dove gastronomia, cultura e turismo uniscono Corfù e l’Italia https://t.co/DkuPFSwF0R
  • 12 Agosto 2018 RT @veneziatoday: Venezia “sposa” Messina e Lepanto per lanciare un messaggio di unione e cultura DETTAGLI -> https://t.co/x6DS1Rfzkg http…

Follow me on twitter

Facebook


Go to top