La città di Crotone entra in European Silk Road.

È Crotone la ventiseiesima realtà ad aderire alla rete internazionale European Silk Road – Marco Polo Routes. La città ospita il più importante porto della sponda jonica della Calabria e possiede un ingente patrimonio fortificato, a partire dal Castello di Carlo V, in posizione intermedia tra lungomare e città vecchia.

Marco Polo System - Cultural Diplomacy - European Silk Road - Crotone

Le ragioni storico-culturali che uniscono Crotone alle attività di Marco Polo System sono molteplici: dalle radici magno-greche della città, celebre per aver ospitato il filosofo Pitagora e la sua scuola e per aver dato i natali a sportivi e pensatori di epoca antica, si arriva alla necessità contemporanea di attivare legami innovativi, al fine di coinvolgere il più possibile enti e amministrazioni locali e iniziativa privata; dalla posizione strategica in epoca rinascimentale, come in occasione della battaglia di Lepanto (Marco Polo System detiene la governance tecnica della rete  ad essa dedicata, a cui Crotone ha aderito nell’ottobre 2016), fino alle azioni di rete che coinvolgono i musei cittadini e le aree marine protette, oltre al patrimonio fortificato, e al relativo desiderio di entrare in contatto con una realtà come Marco Polo System al fine di acquisire quanto più possibile buone pratiche e know-how. Dopo una serie di incontri che hanno avuto luogo nell’ultimo anno, facendo partire già nei fatti una sinergia importante, come nel caso della tappa crotonese di MedTaste, tenutasi a novembre 2017, il Comune di Crotone, dopo delibera di giunta, diventa il ventiseiesimo membro di European Silk Road. Sono già in fase di studio iniziative comuni che connettano, attraverso l’opera di mediazione e ricerca del GEIE, Crotone con diversi enti greci, a partire da Corfù e Elefsina-Eleusi (Capitale Europea della Cultura 2021). La rete, fondata e gestita da Marco Polo System, si manifesta sempre più capace di coprire, anche territorialmente, il bacino adriatico-ionico, facendo da ponte tra Paesi diversi, uniti dall’intento di incentivare lo sviluppo attraverso la cultura.

Newsletter

Twitter


Follow me on twitter

Facebook


Go to top